Bio

Politica:
Iscritto alla Lega Nord dal 2005 sono militante dal 2008. Ho ricoperto diversi incarichi tra cui:

  • Responsabile del Movimento Giovani Padani di Bologna
  • Membro del Direttivo Provinciale

Attualmente ricopro la carica di membro del Consiglio direttivo Nazionale e di Referente Islam per la Segreteria Provinciale di Bologna

Professione:
Da circa 7 anni lavoro presso l’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna dove ho collaborato con il Gruppo regionale della Lega Nord.

Islam:
Da anni studio l’Islam e la sua diffusione nei paesi occidentali. Ho fatto parte di quel gruppo di cittadini che nel 2009 si è, con successo, opposto alla realizzazione di una grande moschea a Bologna.

Collaboro con diversi blog e testate online.

Tra i vari interventi pubblici ai quali ho presenziato, ho tenuto due dibatti:

Le Moschee in Italia - tra leggi, diritti e diffidenze
Le Moschee in Italia – tra leggi, diritti e diffidenze
L'Islam in Europa - quale ruolo e futuro per le comunità islamiche del vecchio continente
L’Islam in Europa – quale ruolo e futuro per le comunità islamiche del vecchio continente

Ho partecipato al workshop per amministratori locali  su
“I luoghi di culto islamici”

20141006_154633

Rassegna video:

Servizio della Rai sul dibattito

Ultima Rassegna Stampa:

Dieci (buone) ragioni per non costruire la moschea a Milano

L’ostinazione di Pisapia per la moschea

(ANSA) 15-09-2014 Isis: Lega Nord Bologna, Islam pacifico è una filastrocca

Replica a lettera comunità islamica che condannava violenze (ANSA) Bologna, 15 settembre – Una “filastrocca che ci viene continuamente propinata” cui “sempre meno persone credono”. La Lega Nord di Bologna ha definito cosi’ la nota con cui ieri la comunità islamica del capoluogo emiliano ha condannato l’Isis, sintetizzata dai leghisti come “l’Isis non rappresenta l’islam perché l’islam è una religione di pace” Nel comunicato firmato dal referente Islam del partito, Umberto Bosco, è scritto che “per riuscire ad esonerare sempre e comunque l’islam dalle atrocità commesse in suo nome è necessaria una notevole flessibilità mentale o, più probabilmente, una spiccata disonestà intellettuale”. A dimostrare questo, per i leghisti, ci sarebbero le “tiepide reazioni registrate”, nel mondo musulmano, alle violenze che hanno portato all’instaurazione dello Stato Islamico a fronte delle “capacità organizzative” dimostrate per rispondere a “una vignetta satirica o a un video su youtube”. Bosco ha concluso spiegando che “anche se la maggior parte dei musulmani bolognesi, almeno per ora, è pacifica e inoffensiva, che la fonte di queste qualità risieda nell’islam e’ sempre più difficile da credere”. (ANSA).

Leave a Reply

L'odierno multiculturalismo è la negazione del pluralismo

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close