2006VescovoGiubileo1

La solita liturgia

Chi di voi mi conosce o legge il mio blog può immaginare che il mio esponente politico preferito sia Maroni e ha ragione. Nonostante la sua primeggiante posizione nella mia top ten, il Ministro dell’Interno è riuscito, ancora una volta, a sorprendermi piacevolemente.
Senza tradire il proprio stile, lo ha fatto con una semplice e sintetica dichiarazione in risposta alle critiche mosse da numerosi esponenti del clero vaticano al tanto discusso Pacchetto sicurezza: “La solita liturgia…”
Beh che dire, l’unico movimento politico (non extra-parlamentare) che si azzarda a zittire i gerarchi cattolici non poteva che essere la Lega.
La situazione è piuttosto chiara: i cittadini hanno le gonadi sature di dover subire una dannosa e non integrabile immigrazione.
Si perchè mentre i preti e i compagni, con la schiuma prodotta dalla gestione dei miserabili, acquistano immobili su immobili, sui quali i primi non pagano nemmeno le tasse, i cittadini, (la c.d. classe media) che pagano per suddetta gestione, assistono inermi al progressivo e talvolta irreversibile degrado dei propri spazi sociali.
L’attuale maggioranza è molto sicura di se e sa di avere l’elettorato, anche quello devoto al Vaticano, dalla sua parte; perchè è dai tempi di Mazzini che chi governa, lo può fare senza preoccuparsi di quello che dice il Papa & Co.
Come dicevo qualche post fa,
…perchè Maroni non si chiama così a caso!

Leave a Reply