comunislam

Perché la sinistra stravede per l’Islam

La sinistra politica nasce, storicamente, insieme alla Rivoluzione Francese. Il suo motto di allora era “Libertà, uguaglianza, fraternità”, poi sono arrivate le ideologie dell’800 e del 900. Ma questa è un’altra storia.

In queste poche righe vorrei sviscerare quali sono, secondo me, le ragioni per le quali la sinistra simpatizza tanto con i musulmani.

1. L’esotismo.  La cultura occidentale è una delle meno tradizionaliste del pianeta e ciò che viene da fuori è storicamente accolto con entusiasmo e tolleranza. Una tendenza che ha portato tanti benefici ma che talvolta è d’ostacolo ad un’analisi razionale della realtà. A questa peculiarità culturale si aggiunge il disprezzo per l’Occidente, le sue incoerenze (specie in politica estera) e la sua opulenza. Per compensazione, la sinistra vede con ingiustificata simpatia tutto ciò che viene da fuori, soprattutto se anch’esso è dichiaratamente ostile all’Occidente.

2. L’anti-individualismo. Islam e comunismo sono squisitamente anti-individualisti, i diritti del singolo sono facilmente sacrificabili per l’interesse della comunità. Un’analogia ideologica che ha portato tanti giovani europei a convertirsi all’Islam.

Palastine-Trade-Union.3. Resistenza, anti-imperialismo e Palestina. Nella guerra contro le “superpotenze neocolonialiste occidentali”, l’islam e la sinistra hanno perduto militarmente e politicamente quasi ovunque e sono accomunate dall’ideale romantico della resistenza e della lotta al potere indebitamente costituito. A questo si va ad aggiungere lo storico sodalizio che durante la guerra fredda si è consolidato tra il movimento palestinese di Arafat e le nazioni del blocco sovietico.

4. L’immigrazione. Le battaglie per i diritti dei migranti hanno portato, con un’acrobazia intellettuale, la sinistra europea ad estendere la sua solidarietà alla religione dei migranti, ne deriva la criminalizzazione di quei soggetti politici (e non) che, come la sinistra col cristianesimo, legittimamente criticano la religione islamica.

islamFatta eccezione per il punto 2, da una prospettiva politica e filosofica, islamismo e sinistra si trovano agli antipodi. I valori illuministi (tra cui la laicità) sono apertamente disprezzati e combattuti dagli islamisti e la sharia farebbe sembrare progressiste e tolleranti persino le leggi fasciste. In sostanza, più che  i valori, islam e sinistra condividono i nemici. Se l’alleanza in questione produrrà in futuro delle vittorie politiche non lo possiamo sapere ma di certo in quel caso l’ingenua sinistra, esattamente come successe dopo la rivoluzione iraniana, si troverà emarginata dai suoi stessi alleati e chissà…  …forse rimpiangerà i suoi nemici.

Umberto Bosco

Leave a Reply