badante2

Sanatoria delle badanti

Adesso che il Pacchetto Sicurezza è Legge e certi paletti sono ben conficcati nel terreno qualche politico si è accorto che una zia o un cugina, quando non si tratta della propria madre, si avvale dei servizi di una badande straniera che anche nel caso fosse in regola con il permesso di soggiorno, sarebbe comunque assunta “in nero”.
Mons. Carlo Giovanardi, teodeputato del PDL (Ex UDC, Ex CCD, Ex DC, Ex infanzia da chirichetto) ha chiesto a gran voce una sanatoria per le badanti, la Lega, naturalmente, ha risposto picche!
Giovanardi dovrebbe fare una telefonata alla zia e chiederle: “perchè hai assunto la straniera in nero?”. La zia, molto probabilmente, risponderebbe: “Cretino! Se avessi dovuto inquadrarla a norma di legge avrei preso un’italiana, magari qualificata”. Carlo avrebbe simulato un disturbo nella comunicazione e avrebbe riattaccato.
È già, perchè se queste straniere hanno un lavoro lo devono al fatto che costano poco e non rompono le scatole con ferie, permessi, malattia, ecc.
La linea di Maroni che, tra l’altro, prevede forti sanzioni a chi assume in nero mi sembra la più corretta, vedremo presto se oltre alla legge, si effettuaranno anche le verifiche.
In questo caso, chi resta riceverà uno stipendio dignitoso, le altre andranno a fare le cassiere al supermercato o torneranno al loro paese.
Le famiglie che non potranno permettersi una badante in regola dovranno accogliere la vecchia in casa, come si faceva una volta, e prendersi cura di lei.

One thought on “Sanatoria delle badanti”

  1. Ben detto!
    Quante volte sentiamo dire: “Ma abbiamo bisogno degli stranieri. Ci curano i nonni/figli. Fanno i lavori che gli italiani non fanno più.”
    Bisogna chiedersi: Chi veramente ha bosogno degli stranieri? “Noi” chi? Spesso ne hanno bisogno quelli che vogliono sfruttare la persona o per lo meno non vogliono rispettare il trattamento che la legge riserva agli italiani. Come diceva Rosi Mauro: “Se gli italiani non vogliono fare quel lavoro allora gli devi pagare di più!”
    Altra nota: Grazie alla sanatoria anche qualche non badante si metterebbe in regola, trovando qualcuno disposto a “certificare” che ha bisogno di lei come babysitter ecc. Ne ho visto casi concreti in passato.

Leave a Reply